Apple: le novità di OS X al WWDC 2014



Il nuovo OS X 10.10 Yosemite ha fatto il suo debutto poco meno di 24 ore fa durante la conferenza inaugurale della WWDC 2014, la convention dedicata agli sviluppatori che Apple organizza ogni anno in primavera e che anche questa volta si sta svolgendo presso il Moscone Center di San Francisco.

Il nuovo OS X della Apple ha un obbiettivo palese: avvicinare i mondi mobile e desktop senza creare grandi sconvolgimenti. Con il nuovo Yosemite, infatti, sarà possibile effettuare chiamate in viva voce ed inviare SMS proprio come se il Mac fosse un iPhone, ma nessuna delle caratteristiche peculiari del tradizionale OS X è andata persa.

Partendo dall’interfaccia grafica, notiamo subito tutti i ritocchi creati ad hoc per dare maggior uniformità di stile fra iOS ed OS X; il centro notifiche, ad esempio, offre una rapida ed intuitiva visione di insieme che è molto di più di un mero omaggio ad iOS.

Potenziato, inoltre, il servizio Spotlight: con il nuovo OS X 10.10 Yosemite, infatti, il servizio è stato spostato al centro del desktop ed è subito collegato con Wikipedia, Mappe, Bing, da App Store, iTunes Store, iBooks Store.

Anche Safari subisce notevoli migliorie: design semplificato e velocità potenziata per garantire una navigazione web rapida ed efficiente ed in grado di sfruttare l’hardware dei Mac su cui gira.

Infine, con il nome la Apple ha reso di nuovo omaggio – come accadde nel 1999 – al Parco Nazionale di Yosemite. Da ieri è iniziato, dunque, lo sviluppo del nuovo OS X. Non vediamo l’ora di toccarlo con mano!

 

yosemite