Atari Breakout su Google Immagini?



Cari lettori di mezz’età, avreste mai pensato di poter giocare ancora ad Atari Breakout? Ricordate quando, allora giovani, nel lontano 1976 vi trovaste dinanzi a questo piccolo capolavoro ideato dall’Atari? Ebbene, in occasione dell’anniversario del lancio avvenuto lo scorso maggio, Google ha pensato bene di farvi un regalo sfruttando la sua piattaforma Immagini.

Breakout fu lanciato ormai 37 anni fa ma la passione di tantissimi utenti non si è mai spenta. Come per altri giochi simili (Arkanoid, Prince Of Persia, Gpega, Supaplex, Volfied, etc) l’attenzione di tantissimi utenti giovani negli anni ’80 non ha fine.

Google lo sa ed è per questo che, a partire dal mese scorso, entrare su Google Immagini e digitare Atari Breakout equivale a trovarsi dinanzi ad un nuovo ester eggs ideato da Big G. Le immagini, infatti, diventeranno mattoncini da distruggere con la consueta navicella posta alla base dello schermo.

In poche parole, sarà possibile giocare on line al tanto amato Atari Breakout senza nessun tipo di problema, senza dover reperire abandonware eseguibili ovvero i famosi file .exe che andavano di moda un tempo quando i pc si accendevano e restavano su piattaforma MS-DOS.

Ricordate il caro vecchio C:? Ebbene, grazie a Big G potrete evitare tutta questa trafila ed avere subito fra le mani il vostro caro Atari Breakout. La storia dell’Atari è una storia davvero ultradecennale che, tra l’altro, si intreccia con quella della Apple in alcuni periodi molto importanti.

Steve Jobs, infatti, restò colpito da alcune operazioni dell’Atari stessa anche se, con la sua genialità, riuscì ad andare oltre.

 

800px-Breakout