Facebook per la protezione dei minori



Ultimissime novità dell’universo Facebook con particolare riferimento alla gestione della privacy dei minorenni. A quanto pare, infatti, il team in blu ha annunciato un nuovo cambiamento che renderà possibile anche ai minorenni (età compresa fra i 13 ed i 17 anni) di rendere a tutti gli effetti pubblici i propri post sulla piattaforma.

Se, infatti, fin ad oggi tale opportunità era inibita ai più piccoli (i post potevano essere visualizzati solo da amici o gruppo di amici comuni), con la nuova modifica alla privacy sarà invece possibile utilizzare Facebook proprio come fanno i più grandi. I minorenni, dunque, nei prossimi giorni dovranno scegliere se utilizzare l’opzione Pubblico oppure Privato.

L’opzione Pubblico, però, farà in modo che accanto ad ogni post in fase di pubblicazione compaia una sorta di fumetto in cui l’utente viene avvisato dell’imminente pubblicazione pubblica. All’interno della nuvoletta sarà anche possibile cambiare le impostazioni della privacy e renderle nuovamente private.

Facebook, dunque, ancora una volta cambia le carte in tavola e lo fa al solito modo, ovvero dando due possibilità e prediligendo di default quella pubblica. Tutto ciò, inoltre, sarà utilissimo a tutti coloro che fanno pubblicità su Facebook giacché avranno accesso ad un numero maggiore di informazioni.

Facebook, inoltre, si è resto conto di essere l’unico fra i social network più famosi ad utilizzare tale blocco per i minorenni ed ha pensato bene di rimuoverlo. Del resto… chi è che controlla l’età reale degli utenti? Se anche un utente avesse 11 anni, infatti, potrebbe tranquillamente creare un profilo con un età fasulla all’insaputa di Facebook e dei genitori…

 

facebook