Facebook si rinnova: cosa è cambiato?



Ancora una volta ci troviamo ad analizzare i cambiamenti di Facebook: il sito in blu, infatti, ha avviato un lungo processo evolutivo, per lo più a livello grafico, che ne ha stravolto l’impostazione dando maggior risalto ad immagini e commenti.

Diciamoci la verità: il nuovo Facebook assomiglia molto a Twitter così come la nuova web-search di Google assomiglia molto alla nuova veste grafica del sito in blu. Tutti, però, sostanzialmente stanno diventando sempre più simili alle loro stesse app per device mobili.

L’evoluzione dei social network, dunque, ha sposato ormai definitivamente la causa del mondo mobile ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Per questo nuovo 2014, Facebook ha scelto l’asimmetria: la barra delle applicazioni superiore, infatti, propone i tasti di accesso svincolati fra loro e non in linea con la colonna centrale della Home dove scorrono i post degli utenti. I caratteri, specie quelli dei post, sono più grandi e la visibilità di immagini e commenti è decisamente aumentata.

Facebook, inoltre, ha deciso di introdurre un’ulteriore novità alla sua app Messenger: da pochi giorni, infatti, è possibile effettuare chiamate voip tramite internet; Facebook, cioè, ha sferrato l’attacco a Skype e Viber ma anziché farlo con WhatsApp – recentemente acquistata per 19 miliardi di dollari – lo ha fatto direttamente con la sua storica app Messenger.

Una scelta strategica molto significativa che, di fatto, ha chiarito le reali intenzioni di Facebook: nulla prescinde dai servizi in blu, nemmeno un’app come WhatsApp che, probabilmente, integrerà i servizi voip soltanto dopo la fine dell’estate.

 

face