Google Glass, la realtà aumentata in sala operatoria



Come tutti ormai sapranno, i Google Glass saranno in vendita a partire dalla primavera del 2014: seppur lontani, questi nuovi gingilli nati dall’azienda di Mountain View hanno già fatto un gran parlare delle loro gesta.

Parliamo, infondo, di uno strumento di realtà aumentata che già dallo scorso maggio è in vendita per 1500 dollari a tutti gli sviluppatori di applicazioni. Ebbene, nelle ultime ore proprio dagli USA è arrivata un’ipotesi che donerebbe ai Google Glass anche un valore rilevante ai fini dello sviluppo della scienza medica: il dott. Rafael Grossmann dell’Eastern Maine Medical Center li ha infatti utilizzati in sala operatoria durante un intervento di chirurgia allo stomaco.

Il noto dottore, grazie ai Google Glass, ha documentato tutto l’intervento in diretta sul suo blog personale. Queste le dichiarazioni a caldo:

<<Ho preso ogni precauzione per assicurare che la privacy del paziente, da cui ho ottenuto un consenso informato, fosse tutelata. Volevo dimostrare che questo è uno strumento intuitivo con grandi potenzialità per la salute, in modo particolare per la chirurgia. Potrebbe migliorare le consultazioni all’interno di una equipe, favorire il parere di esperti dall’esterno, ma anche rivelarsi un utile strumento didattico>>.

Il dottore ha trasmesso le immagini riprese dai suoi Google Glass su di un iPad ed ha anche commentato l’operazione in tempo reale utilizzando un Hangout su piattaforma Google. Infine il dottore stesso non ha disegnato un utilizzo dei Google Glass anche a scopo didattico. Insomma, sebbene ancora in via di sviluppo, i nuovissimi occhiali di Big G stanno già creando scalpore.

 

Google_Glass_detail