GoogleStrip: il social network a fumetti



Arriva Googlestrip: figuriamoci se Big G poteva mancare all’appello della moda del momento! Il colosso di Mountain View ha infatti lanciato un servizio molto simile a Bitstrips, l’app che sta spopolando nel mondo di Facebook e non solo.

Strisce a fumetti personalizzate: è questo il segreto del successo in questo inizio d’anno 2014 e Big G è pronto a dire la sua. Googlestrip, inoltre, è presentato fin da subito come diverso da tutti gli altri sistemi analoghi: il sistema, infatti, sarà direttamente integrato nei social network così da rendere il tutto molto più rapido ed intuitivo.

Testo, foto, link e… Googlestrip, un nuovo metodo per comunicare nel vasto, ma omologato, mondo social. L’idea di base è quella che sta spopolando on line già da un po’: trasformare normali conversazioni fra utenti in strisce a fumetti in grado di divertire e sorprendere.

Se oggi Bitstrips incorpora sostanzialmente immagini, Googlestrip andrà oltre rendendo il tutto più facile. Un editor integrato, infatti, aiuterà gli utenti andando a formattare i propri pensieri così da renderli fumetti simpatici e divertenti. Si presenta così, Googlestrip, con un’idea già rodata ed un utilizzo innovativo.

A parlare del brevetto è l’ing. Satish Kumar Sampath dello staff di Big G: <<Attualmente un utente che ha qualcosa di divertente da condividere con gli altri e da raccontare non dispone di nessun altro modo per farlo se non tramite del semplice testo e oggi che i social network supportano audio, immagini, animazioni e video, i semplici messaggi di testo rischiano di non essere visualizzati con la stessa importanza degli altri contenuti>>.

Nasce, dunque, proprio da qui l’idea di Googlestrip, idea che Big G continua a definire più che mai innovativa. Vedremo…

 

google