Le migliori marche tablet per bambini



Se fino a poco tempo fa era solo un’ipotesi, al giorno d’oggi immaginare un bambino alle prese con il suo primo tablet non è più un’utopia ma, anzi, un auspicio affinché il piccolo si cimenti da subito con i dispositivi del futuro.

Del resto, se lungo il 2012 i tablet si sono resi necessari per un cospicuo numero di adulti (tralasciando tutti coloro i quali ne hanno comprato uno soltanto per giocare ad hungry birds in treno), è anche plausibile immaginare che i bambini di oggi – ragazzi di domani – potrebbero averne realmente bisogno.

Nell’ultimo anno, inoltre, alcune nazioni del Centro-Europa hanno imposto alle scuole dell’obbligo l’utilizzo degli e-book al posto dei libri tradizionali, chiedendo altresì alle famiglie di dotare i loro figli di tablet nuovi di zecca. Anche l’Agenda Digitale Italiana sembrava andare in questa direzione ma l’attuale crisi di Governo ha mandato tutto nel dimenticatoio.

Partendo da questo presupposto, dunque, appare evidente che le grandi aziende del settore hanno già da un po’ di tempo pensato ad alcuni tablet più intuitivi in grado di essere utilizzati dai più piccoli. La Lenovo, così come la HP e tante altre aziende, hanno infatti iniziato ad ipotizzare dei tablet più resistenti agli urti e più comodi da utilizzare. Appare in ogni caso chiaro che ciò che davvero può far la differenza è il sistema operativo.

Del resto, oltre al futuro, i genitori devono anche preoccuparsi della salute psico-fisica dei propri figli ragion per cui – ammesso che i tablet siano indispensabili – è comunque importante non utilizzare il device come una sorta di strumento utile ad intrattenere il pargolo…

 

Sebita_P6290063