Microsoft annuncia nuove periferiche dedicate ai tablet



Fin dagli anni ’80 l’azienda di Redmond è sempre stata molto attenta a preparare l’hardware essenziale per supportare il proprio software. È il caso, per esempio, dell’indimenticabile Microsoft Mouse, costosissimo all’epoca, almeno rispetto ai prezzi di oggi, o del tablet “Surface” pensato apposta per il nuovo sistema operativo Windows 8.

Il nuovo sistema operativo di Microsoft sarà, presumibilmente, distribuito anche su altri tablet, quelli prodotti dai cosiddetti OEM, gli Original Equipment Manifacturer o produttori di hardware, e di conseguenza bisogna essere pronti per fornire loro e agli utenti tutte le facilitazioni possibili, specie quelle dove la concorrenza è stata meno reattiva. Molto probabilmente è in quest’ottica che va visto l’annuncio di Redmond di due nuove periferiche, destinate al mondo dei tablet, ovviamente con Windows 8 a bordo.

Si tratta di una tastiera per device mobili e un mouse, entrambi della serie Wedge (cuneo). La tastiera, in particolare, è caratterizzata da un disegno minimalista, con dimensioni contenute ma con tutti i tasti tipici del notebook, mentre il Wedge Touch Mouse è il più piccolo e leggero dispositivo di puntamento mai prodotto dalla casa.

La nuova tastiera è dotata di una sua cover che ha la duplice funzione di proteggere la periferica quando non è usata (la spegne quando vi è riposta) ma anche di essere utilizzata come supporto per il device portatile. Come detto, è dotata del set completo di tasti per windows comprese le”Hot Keys” della nuova versione e si collega al dispositivo via Bluetooth. Il mouse, invece, si presenta come un piccolo cuneo, da cui il nome, il cui disegno e la tecnologia sono stati pensati per riconoscere le gesture verticali e orizzontali necessarie per la gestione dei device touch screen. La tecnologia laser BlueTrack di Redmond consente il funzionamento su quasi tutte le superfici lisce.

Surface, di serie, è dotato di un proprio cover con una gamma completa di tastiere e touch pad che consentono di utilizzarlo alla stregua di un netbook. Con questa nuova serie di accessori la casa di Redmond mette in condizione i produttori di hardware suoi partner di produrre e commercializzare dei dispositivi che si avvicinano al suo modello, forse con la speranza di risolvere la delusione degli OEM all’annuncio del Surface. Secondo quando annunciato da Redmond le due periferiche saranno disponibili nelle prossime settimane o mesi al prezzo di 79,95 dollari (circa 65 euro) per la tastiera e 69,95 dollari (poco più di 56 euro) per il mouse.