La nuove tecnologie schiave del mobile



Negli ultimi anni le nuove tecnologie mobile hanno modificato radicalmente il modo di comunicare, creato nuovi stili di vita, imposto cambiamenti e innovazioni nel metodo di lavoro e soprattutto cambiato il mondo. Nessuno ormai può avere dubbi sulla rivoluzione portata dall’era 2.0 e sugli effetti indotti nella società moderna.

Tra i fattori che hanno contribuito in maniera rilevante al grande cambiamento spiccano le nuove applicazioni e i loro ecosistemi legati ai produttori, in particolare ad Apple e Google. Le nuove App stanno trasformando la Rete in mobilità e il modo di usufruire e divorare delle informazioni online. Le statistiche fornite dai principali provider hanno evidenziato come gli accessi alla rete avvengono sempre più da Mobile e non necessariamente passano da un browser. Questo trasformazione è radicale e sta mettendo in difficoltà persino un colosso dei motori di ricerca come Google e il suo monopolio sulla rete. Più le persone spendono il loro tempo con le applicazioni e meno lo useranno con Google e il form ricerca. E non è un caso che Google non spinga più di tanto sull’acceleratore per promuovere e pubblicizzare le App per tablet e smartphone.

Tuttavia il colosso di Mountain View ha spinto notevolmente sul settore più florido delle app, ovvero quello riguardante i giochi. Google Play Store, lo store online che racchiude tutte le app e i giochi disponibili per i device dotati di sistema operativo Android, dopo il cambio di interfaccia avvenuto nei mesi scorsi sta proponendo – proprio come i numerosi negozi di abbigliamento delle nostre città – i saldi estivi che offrono agli utenti una grande possibilità di risparmio sull’acquisto di un gran numero di app. La nuova promozione estiva lanciata da Google nell’ultima settimana permette agli utenti di acquistare giochi con sconti che possono raggiungere sino ad un massimo del 50% rispetto al prezzo di listino normalmente praticato al di fuori del periodo promozionale. Tra le principali release in offerta si segnalano titoli come Age Village, Transformers Legends, Fantasy Manager Football e Bubble Blaze.

La strategia attuata da Google rientra anche in una politica di contrasto alle app interamente dedicate al gambling sviluppate da operatori nazionali e internazionali come 32Red, William Hill, Betfair e Pokerstars.

Secondo le recenti stime fornite da Agipronews.it e pubblicate in un editoriale dagli esperti di Gaming Report , i giochi da casinò – trainati dalle slot machine online, vero e proprio fenomeno di tendenza tra gli amanti del gioco online – hanno fatto registrare una spesa complessiva di 124,8 milioni (+9,4% sul 2013). Dato che confermano la leader europea italiana nella spesa pro capite annua in euro investiti in tale tipologia di games.

L’anno 2013 ha segnato inoltre un incremento nel numero di account di gioco online, che si è tradotto in un aumento delle entrate complessive. Altri fattori cha hanno guidato la crescita della categoria sono stati senza dubbio i miglioramenti tecnologici nelle modalità di gioco sempre più user-friendly, l’adattamento degli utenti ai metodi di pagamento disponibili sulla Rete e il lancio di prodotti di telefonia mobile come applicazione sviluppate per iOS, Android e Windows Phone. Particolare successo hanno riscontrato oltre alle slot machine online, giochi classici come le roulette di 32Red, le room di poker texas hold’em di Pokerstars e quelle di blackajack di William Hill. Le nuove grafiche e ambientazioni create dagli sviluppatori hanno ridato vita ad alcuni giochi da tavolo classici dei casinò reali, come la roulette e il blackjack, oltre a rendere maggiormente interattive le room dedicate al poker. Tra le nuove tendenze dei consumatori del gambling, soprattutto il blackjack è la tipologia di gioco che maggiormente ha destato stupore per i numeri di accessi registrati dagli analytics nelle room di siti e portali dedicati. Un fenomeno probabilmente legato alla riscoperta da parte degli appassionati delle atmosfere vintage. Gli sviluppatori delle varie case lavorano costantemente per migliorare la qualità dei prodotti e fornire agli utenti app interattive e aggiornate da sfruttare in qualsiasi situazione della giornata.