PDF: come modificarli gratis?



Sempre più in auge specie nella pubblica amministrazione, i file in formato PDF continuano a popolare il web grazie alle loro caratteristiche peculiari.

Se, infatti, in fase di archiviazione non sempre le PA preferiscono servirsi del PDF (rispetto ad un file .tif, i file in formato PDF sono molto più grandi e dunque occupano molto più spazio), in fase di utilizzo di documenti formali in formato digitale i file PDF hanno ormai assunto un ruolo centrale.

Se appositamente richiesto, infatti, i documenti digitali realizzati in PDF non possono essere modificati e questo, ovviamente, garantisce una maggiore sicurezza per ciò che riguarda la privacy e l’identità dei documenti stessi.

Certo, come tutti possono immaginare ci sono diversi modi per modificare i file in oggetto senza colpo ferire. Non occorre essere dei geni per farlo, ma vi basterà effettuare una comoda web search per scoprire che on line sono presenti molti software in grado di modificare i file PDF aggirando le limitazioni imposte dal programma. Non esiste una classifica dei migliori software dedicati a tale pratica ma, tutto sommato, tutti quelli che abbiamo incontrato permettono una procedura molto semplice di utilizzo.

Ciò che, invece, è più difficile da fare è scovare un modo per garantire l’impenetrabilità di un file PDF. Se, infatti, un utente comune dovesse avere necessità di stilare un documento all’interno del quale nessuno possa mettere le mani, non è detto che la pratica gli riesca alla perfezione.

Insomma, anche nell’era della digitalizzazione del cartaceo, occorre stare bene attenti ai propri interessi per evitare brutte sorprese.