Sbloccare iPhone: il riconoscimento facciale



In futuro, potrebbe esserci aria di maretta tra Apple ed Android, ed il motivo principale sarebbe il sistema con il quale si intende sbloccare il proprio cellulare.

Se siamo da sempre stati abituati ad usare il codice Pin o a digitare una password da ora sarà possibile grazie al riconoscimento facciale accedere al nostro dispositivo mobile.

Android ha già lanciato questa applicazione sul 4.0 Ice Cream Sandwich ed i geek più incalliti ci fanno già notare che questa app fa cilecca in quanto si può sbloccare con una semplice fotografia piuttosto che con il viso della persona.

Android si è già difeso sostenendo che comunque, questo tools non è nato con l’idea di essere un dispositivo di sicurezza ma come semplice divertimento per chi possiede uno smartphone.

Il software per il riconoscimento facciale di Apple comunque non è ancora uscito sul mercato ma sarà disponibile a breve.

Il brevetto che la mela morsa ha chiesto è comunque stato depositato nel 2010 quindi molto prima che Andorid facesse uscire la sua applicazione, ma Android dalla sua, ha appunto la messa in commercio prima di Apple, e questo potrebbe creare in futuro possibili cause legali.

C’è da precisare però che questa applicazione su iPhone potrebbe davvero diventare un blocco di sicurezza se si decidesse di renderla estremamente sicura. Già dalle prime indiscrezioni è trapelato che il dispositivo confronterebbe prima di sbloccare il telefono, le foto presenti sui vari account e solo dopo essersi accertato di una certa compatibilità consentirebbe l’operazione. Ad ogni modo, al momento è disponibile solo su Android nel caso vi vada di dargli una sbirciatina.