Steam: secondo Avast è un virus.





Non è la prima volta e, forse, non sarà nemmeno l’ultima che Avast, il celebre antivirus, crea qualche problema agli utenti della piattaforma di gioco on line Steam, che viene bloccata in quanto riconosciuta dalla protezione come un virus.

Da quello che mi risulta, per esperienza personale e per richieste di aiuto, il problema si è presentato numerose volte, almeno negli ultimi dodici mesi ed è già abbondantemente dibattuto nei forum sia di Steam sia di Avast. Il caso si è ripresentato negli ultimi giorni quando il programma Steam Service.exe è stato identificato dall’antivirus con una minaccia di tipo trojan e di conseguenza posto in quarantena.

Il risultato in alcuni casi è stato abbastanza serio in quanto molti utenti hanno lasciato che l’antivirus facesse il proprio lavoro senza intervenire e si sono ritrovati con il software inutilizzabile. Ovviamente il team di Avast è intervenuto con una relativa celerità e ora, con le liste di definizione dei virus aggiornati l’inconveniente non dovrebbe più presentarsi.

Purtroppo molti utenti si sono trovati nella condizione di non riuscire a ripristinare il programma dalla quarantena e quindi sono dovuti ricorrere alla reinstallazione del programma con riattivazione dell’account tramite una nuova chiave univoca e, in casi estremi ma rarissimi, anche al download e alla nuova installazione di alcuni giochi.

Il consiglio che mi sento di dare a tutti gli utenti delle due piattaforme coinvolte rimane quello classico di mantenere sempre aggiornati entrambi i software (ma vale anche per altri servizi on line) in modo da evitare, per quanto possibile, eventuali problemi. E, ovviamente, quello di agire con prudenza e consultando amici più esperti quando un software che fino a ieri funzionava perfettamente viene riconosciuto come minaccia dall’antivirus.