UDOO, il computer piccolo e multiuso



Inventori di tutto il mondo rimboccatevi le maniche e temperate le matite per iniziare a “mettere giù”, concretamente, quella vostra idea rimasta nel cassetto per mancanza di un hardware adatto. Presto arriverà sul mercato UDOO, un progetto frutto della collaborazione fra l’italiana AiDiLab e la statunitense Seco.

I fondi necessari agli ultimi test della nuova piattaforma single-board e per avviare la produzione semi-industriale sono stati trovati su Kickstarter dove il progetto ha letteralmente sfondato arrivando a superare abbondantemente il mezzo milione di dollari di finanziamenti (per la precisione, mentre scrivo, siamo a quota 641.614 dollari) contro una previsione di soli 27.000 US$.

Il motivo del successo del progetto è nella particolare configurazione di questa scheda mini PC in grado di supportare, indifferentemente, Android o Linux e di avere a bordo una scheda di espansione compatibile con Arduino Due. Le caratteristiche tecniche fanno di UDDO la scheda ideale per realizzare rapidamente prototipi in modo semplice e intuitivo consentendo di creare e testare i propri progetti con un minimo di conoscenza.

Il cuore è un processore ARM i.MX6 Freescale per Android e Linux affiancato da un ARM SAM3X per Arduino Due con entrambe le CPU integrate sulla stessa scheda a basso consumo delle dimensioni di 11 x 8,5 cm. Naturalmente sono presenti tutte le porte necessarie per il collegamento delle periferiche inclusi gli schermi touch e il Wi-Fi e ben 76 porte GPIO per il collegamento di sensori e attuatori analogici e digitali. Il risultato del lavoro dei progettisti è una scheda che offre la potenza di quattro Raspberry PI e le funzionalità di un Arduino Due.

L’obiettivo di UDOO di essere la piattaforma ideale per lo sviluppo di applicazioni per i mercati emergenti potrebbe sembrare ambizioso ma grazie alla presenza di strumenti software molto potenti come Processing, OpenCV, PureData, openFramework può essere lo strumento ideale per preparare una nuova generazione di professionisti, ingegneri, progettisti e sviluppatori specializzati nelle nuove tecnologie digitali. Oltre a essere un compagno ideale per le unità di Ricerca e Sviluppo delle aziende che devono creare i nuovi prototipi, specie nel settore dell’Internet delle Cose (IoT) può anche essere un acceleratore per il settore emergente del DIY (Do It Yourself – Fallo da solo) consentendo agli appassionati di creare sistemi di controllo per la domotica anche di una certa complessità.

udoo