Winamp, lo storico player per PC, chiude.



Francamente la notizia che Winamp, lo storico player per PC, compagno fedele di tante nottate di studio e lavoro al computer chiuda definitivamente i battenti a ridosso delle prossime festività natalizie, mi ha messo il magone e provocato qualche rimorso. Quindici anni fa, quando s’iniziava a parlare del protocollo MP3, era diventato un “must” per gli appassionati del download a tutti i costi e, con le casse acustiche per PC diventate sempre più potenti e fedeli, era riuscito a sostituire lo stereo.

In questo, che rischia di diventare un “coccodrillo” anticipato, è facile ricordare Winamp come un precursore, ricordarne le caratteristiche che consentivano, con pochi click, di creare playlist da decine di ore, l’equalizzatore grafico da DJ, il visualizzatore con le barre danzanti sullo schermo, e cercare di capire come e perché si sia giunti alla decisione irrevocabile di metterlo, definitivamente, off-line.

Nel mio caso, poi, il rimorso è inevitabile. Fino a qualche anno fa, ma non riesco a dire fino a quando, il disco rimovibile con i programmi da installare quando acquistavo un nuovo PC o ne mettevo a nuovo uno usate, insieme ai browser, all’antivirus, alle utility indispensabili conteneva anche l’ultima versione di Winamp. L’evoluzione dei player presenti in tutti i sistemi operativi mi ha portato a eliminarlo e come me decine di milioni di utenti in tutto il mondo l’hanno abbandonato al suo destino.

Sarebbe lunga la lista dei concorrenti che hanno messo Winamp all’angolo e hanno decretato la fine dello storico player, sostituito da servizi online sempre più sofisticati, da programmi gratuiti leggeri e performanti. Come tutti i programmi gratuiti Winamp ha vissuto quindici anni solo perché noi utenti continuavamo a scaricarlo e a usare i servizi online associati al player. Quando abbiamo smesso di farlo, inevitabilmente, ne abbiamo decretata la morte.

Che cosa succederà dopo il 21 dicembre? Nulla di grave, continueremo ad ascoltare la musica sul PC, a “rippare” i nostri Cd, ad acquistare le colonne sonore per la nostra giornata dai vari servizi che la rete ci propone. Ma, almeno per me, sarà difficile dimenticare Winamp.

winamp