Windows 8: opinioni per la versione standard / professional



La Microsoft ha lanciato da appena un mese e due giorni l’innovativo Windows 8. L’idea della Microsoft è stata quella di creare un sistema operativo in grado di equipaggiare pc desktop, smartphone e tablet così da offrire all’utente un’esperienza unica ed organica del proprio vivere quotidiano utilizzando il mondo dell’informatica ed, ovviamente, il web.

Windows 8, pre-installato sul device Surface, si presenta sia nella versione per l’utente comune che in quella professional. L’azienda di Redmond, infatti, non vuol perdere il contatto con il suo più grande bacino di utenza: la Pubblica Amministrazione.

E’ un trand in continua evoluzione quello che vuole le grandi aziende e i grandi apparati dello Stato volgere altrove lo sguardo, scavalcando Windows e puntando a tanti nuovi sistemi operativi anche mobili. Il Governo Italiano, ad esempio, ha introdotto un provvedimento che spinge la PA a guardare in primis all’open source e poi ai sistemi operativi proprietari.

Dunque, al momento on line si sono iniziate a leggere le prime impressioni degli utenti più o meno esperti su quello che è il nuovo Windows 8. Le opinioni sono discordanti: in molti credono nella bontà del progetto e sono sicuri che la Microsoft tornerà a dettar legge nell’ambiente; molti altri, invece, sono convinti che Microsoft abbia perso il treno dell’innovazione e nemmeno Windows 8 riuscirà a cambiare le cose.

Rispetto al sistema precedente, comunque, W8 è tutt’un’altra cosa: l’interazione fra utente ed app, ad esempio, è tale da offrire un esperienza organica per tematiche di interesse. Molti gli spunti tesi ad un nuovo cambiamento, quelli presenti in W8: bisognerà capire quali sono le intenzioni dei singoli utenti e, soprattutto, quali le intenzioni di aziende ed amministrazioni.