Windows XP: fra una settimana termina il supporto



Ci siamo: fra 8 giorni per Windows XP le cose cambieranno! L’8 aprile, infatti, è il fatidico giorno in cui la Microsoft ha decretato lo stop agli aggiornamenti per il suo sistema operativo più longevo attualmente in circolazione.

Windows XP, infatti, è stato rilasciato nel lontano 2001 e da allora si è impossessato degli uffici di buona parte della Pubblica Amministrazione europea ed anche statunitense. A dispetto del luogo comune, infatti, anche gli Stati Uniti sembrano essere decisamente in ritardo nell’aggiornamento dei loro computer e, di conseguenza, la data dell’8 aprile per un bel po’ di tempo ha preoccupato, e non poco, gli uffici amministrativi del Nuovo Mondo.

A conti fatti, però, la Microsoft si è resa disponibile ad operare una proroga al fine di permettere l’aggiornamento a sistemi operativi più attuali. Il problema di chi utilizza Windows XP, attualmente, non è legato soltanto al sistema operativo. In molti casi è infatti l’hardware ad essere obsoleto e, di conseguenza, abbandonare XP per W7 oppure Windows 8 non è facile proprio a causa della inadeguatezza del parco macchine.

Ricapitolando… con un minimo di lungimiranza questa potrebbe essere un’occasione unica per portare l’intero settore della Pubblica Amministrazione verso la filosofia Open Source: nei fatti, però, ci sembra davvero difficile che in poco tempo si riesca a formare i dipendenti in modo che riescano ad usare con una certa dimestichezza programmi non intuitivi come quelli offerti dal pacchetto Office per Windows XP.

Questo la Microsoft lo sa bene e per questo è sicura di non perdere clienti anche forzando il passaggio a W7 oppure W8.

 

windows