Windows 9: già al lavoro i tecnici Microsoft.

Sicuramente noi blogger che seguiamo il mondo della tecnica siamo dei tipi strani, sempre alla ricerca sul web dell’ultima novità o dell’ultimo rumor relativo alle novità o alle presunte novità del mercato. A volte, francamente, non possiamo fare a meno di sorridere scoprendo come e dove i “colleghi” di oltre oceano e quelli, molto attivi, cinesi riescono a scovare indizi interessanti. Personalmente non ritengo una novità o una notizia bomba che in Microsoft stiano al lavoro sulla nuova versione del sistema operativo che è stato già battezzato, in rete, Windows 9.

La notizia viene, pensate un po’, dal social network professionale Linkedin, dove sono comparsi, nei profili di alcuni tecnici e ingegneri di Redmond, chiare indicazioni sui progetti ai quali stanno lavorando con ampio uso di termini come Windows Next, Windows vNext e simili. Qualcuno si è lanciato addirittura in esercizi grafici sul nuovo logo che vorrebbe di colore azzurro.

Il termine Windows 9 è stato scoperto nel profilo di uno dei team manager di Microsoft che lo cita esplicitamente mentre in altri profili si parla genericamente di next o vnext, il nome in codice che è usato normalmente per le versioni in fase di sviluppo del sistema operativo delle finestre. Uno dei nomi che si profila in rete è Blue, che potrebbe dare indicazioni su un cambio di rotta della casa di Redmond.

In ogni caso, fra i vari “esercizi” svolti è stata anche tracciata una sorta di roadmap della nuova versione del sistema operativo che dovrebbe, ma qui siamo nel campo dell’azzardo, vedere la luce nel settembre del prossimo anno durante la Build 2013 e seguire poi i seguenti passi: al CES 2014 si dovrebbe vedere Windows 9 Beta, al Mix 2014 la RC seguita dalla RTM al Build dello stesso anno. Se i tempi di rilascio saranno gli stessi della versione che sarà commercializzata da ottobre di quest’anno, il rilascio della versione 9 definitiva dovrebbe avvenire esattamente a due anni di distanza.

Ovviamente i rumor non si fermano qui. Iniziano a circolare voci su un probabile erede del tablet di Microsoft, il Surface 2, prima ancora che sul mercato sia arrivata la versione 1. Ma ragionandoci un attimo si riesce a capire che con l’evoluzione continua di processori e hardware i progettisti devono essere sempre pronti a lavorare su nuovi modelli specie se, come ha dichiarato Microsoft, vogliono avere un atteggiamento aggressivo nei confronti del mercato.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica